ANDROID WEAR (ANTICIPAZIONI)

Clicca qui MI PIACE su Facebook e qui un SEGUIMI su TWITTER per Recensioniamo.
Te ne siamo grati. Davvero.

Quando nel 2013 Samsung lanciò sul mercato lo smartwatch Galaxy Gear, dotato del sistema operativo Android tradizionale, da subito fu chiaro un fatto. Gli orologi smart, se avevano ragione di esistere, dovevano anche incorporare un sistema operativo dedicato, snello nell’utilizzo e votato al risparmio di preziosa energia.
Inconcepibile quindi un OS dalle mirabolanti qualità grafiche che però asciugava la batteria in poche ore.

A un anno di distanza Google spiazza tutti con il lancio (per il momento solo a carattere dimostrativo) di Android Wear.
Trattasi del sistema operativo ideale dedicato ai dispositivi inossidabili sui quali Big G svela senza mezzi termini i propri interessi.
I primi filmati hanno qualcosa di davvero straordinario.
Per quanto si tratti ancora si immagini concettuali e non di veri prodotti, non si può non rimanere a bocca aperta.
Android Wear ha una grafica spettacolare, che coniuga uno stile minimalista ma di gran classe e una stupefacente praticità di utilizzo.
Nel video, che trovate su Youtube, si vede anche cosa farebbe un ipotetico inossidabile Android Wear.
Darebbe innanzi tutto informazioni di carattere generale, ad esempio le previsioni meteo o i risultati sportivi, sfruttando le straordinarie potenzialità del promettente Google Now.

Android-Wear-Google-Prototype-2-e1395161439764

Ma si potrà anche ricordare e programmare gli appuntamenti.
Usufruire delle informazioni stradali.
Inviare messaggi.
Prendere appunti.
Traspare dal breve video la sensazione che Google Android Wear equipaggerà dispositivi stand alone, orologi finalmente liberi dalla schiavitù della connessione con lo smartphone.
E dal quel che si può vedere qualora un dispositivo del genere vedesse la luce a breve, proprio non avrebbe rivali.
O almeno, questa, é la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1945 PERSONE

I commenti sono chiusi.