EDICOLA APPS STORE (APPLICAZIONE RIVISTE DIGITALI, APPLE) RECENSIONE

Clicca un MI PIACE su Facebook e un SEGUI su Twitter per Recensioniamo.

VOTO 7,5

Una delle ragioni che hanno reso possibile il successo di uno strumento come il tablet è stata certamente la difussioni di riviste e quotidiani in formato digitale. Perchè per prima cosa strumenti come l’iPad, il Kindle Fire o il Google Nexus sono oggetti ideali per la lettura.
Hanno uno schermo grande e ad alta qualità grafica, sono leggeri e maneggevoli e sono utilizzabili anche in condizioni di luce precarie.
Per questo l’applicazione ‘Edicola‘ di Apple Store dopo un’inizio incerto sta lentamente conquistando consensi fra il pubblico.
In realtà in questo caso non stiamo parlando di una vera e propria applicazione, quanto di una specifica categoria dell’Apps Store di Apple. Una categoria che ricomprende le varie applicazioni rilasciate dai vari editori che permettono la fruizione di riviste digitali.

Un settore che si sta lentamente espandendo.
Per quel che riguarda il nostro paese le principali testate giornalistiche hanno già rilasciato la versione digitali delle proprie pubblicazioni.
Pensiamo a soggetti importanti come ‘La Repubblica‘, ‘La Stampa‘, ‘Il Messaggero‘ e ‘Tuttosport‘.
Ma sarebbe banale utilizzare un dispositivo ad alta definizione dai colori brillanti per leggere semplicemente quotidiani prevalentemente in bianco e nero. A farla da padrone sono le riviste digitali.
Siano esse a tema scientifico, tecnologico, sportivo, salutistico o politico permettono davvero una nuova ed interessante esperienza di lettura.
Si può sfogliare le pagine con il gesto tradizionale, ma anche ingrandirle.
In determinati prodotti si può addirittura accedere a contenuti extra come gallerie fotografiche e filmati.
Molte riviste sono poi interattive, come ad esempio quelle di enigmistica.
Per non parlare delle molte occasioni di disporre addirittura di edizioni gratuite. Un’esempio su tutti ‘Best Movie‘ interessante ed aggiornatissimo mensile di cinema che si può trovare cartaceo nelle sale e in versione tablet senza sborsare un centesimo.
Che questo sia il futuro?
Certamente l’idea di diffondere contenuto digitali senza sopportare i corposi costi di stampa e distribuzione può essere un’alternativa validissima per i gruppi editoriali. Ma la sensazione è che questo settore per il momento potrà soltanto affiancarsi alla distribuzione tradizionale.
Avere una rivista fra le mani è ancora un gesto insostituibile.
O almeno, questa, è la nostra opinione

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1482 PERSONE

I commenti sono chiusi.