ENTROTERRA – MINERVA (ALBUM MUSICALE, 2017) RECENSIONE

“Dodici tracce in italiano, un viaggio personale verso la faccia nascosta della musica nel quale non esiste un punto di arrivo. L’arrivo è sempre una nuova partenza.”

Il rock indipendente ancora pulsa vitale in Italia. I Minerva sono una bella realtà di questo movimento e affrontano senza timore il mare in tempesta dell’esordio discografico con il primo album di inediti ‘Entroterra’. Disponibile fin dal 1 Marzo su iTunes, Google Play, Amazon Music e Spotify.
Un lavoro che stupisce nella sua complessità creativa.
Anche dopo molti ascolti non si riesce ad etichettare questo LP come un insieme sconnesso di singoli, ma piuttosto come un’opera univoca, in cui ogni traccia è una diversa sfaccettatura dell’insieme.
Una sorta di Concept Album, una definizione che non stona anche se sovrapposta ad una band semi esordiente come i Minerva.


Si avvertono sonorità differenti, che a tratti richiamano il brit pop britannico o il rock italiano dei fasti degli anni 90. Non si disdegnano incursioni nello swing o addirittura nel funky.
Nulla è ben definito.
A cominciare dai testi, immagini che scorrono in un elegante flusso di coscienza.
Ciò che si percepisce è un Sound che ricerca la propria unicità, un suono in divenire che i Minerva sapranno plasmare e definire soltanto nel tempo.

Una commistione di strumenti, dove la chitarra solista Lorenzo Fustinoni riveste un ruolo importante ma non per questo centrale ed esclusivo rispetto agli altri.
Godibile e ben amalgamata la voce di un’interessante Serena Caponera, che brilla senza ricercare inutili sfarzi ed artificiosi abbellimenti. Ci regala piuttosto un timbro acuto e piacevole all’ascolto.
Ottimi anche il bassista Stefano Belotti, il chitarrista ritmico Davide Milesi e il batterista Davide Vigani. Tutti fondamentali nella creazione di un sound in cui la ritmica la fa da padrona.
‘Via 20’, ‘Carrozza 3’, ‘Entroterra’, ‘Brem-Bow’, sono alcune delle stazioni di sosta di un’ideale viaggio nell’entroterra della musica, la sua faccia nascosta.
Un album che suona bene all’ascolto, che suonerà bene dal vivo, che speriamo vivamente possa regalare al panorama indipendente del rock italiano una nuova voce.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

I MINERVA SONO:

SERENA CAPONERA (VOCE)
STEFANO BELOTTI (BASSO)
DAVIDE MILESI (CHITARRA RITMICA)
LORENZO FUSTINONI (CHITARRA SOLISTA)
DAVIDE VIGANI (BATTERIA)

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 398 PERSONE

I commenti sono chiusi.