IO – L’INTROVERSO (LP MUSICA INDIPENDENTE, 2013) RECENSIONE



Recensioniamo Il Blog delle recensioni

 

Il 28 Maggio è uscito ‘Io’ primo lavoro della band milanese ‘L’introverso’ piacevole realtà del panorama

emergente del rock nostrano. Volendo imbrigliare il gruppo in un’etichetta, potremmo definirli come esponenti

del rock alternativo.
Quel che è certo è che il progetto ‘L’Introverso’ trasmette da subito solidità e chiarezza d’intenti.
Una formazione tradizionale, 4 componenti voce, chitarra, basso e batteria.
Linee melodiche dirette ma mai banali, una chitarra e un basso rumorosi ma mai eccessivi, una batteria dal suono pieno che fa sentire sempre la sua presenza senza prevaricare.
‘Io’ è un perfetto album d’esordio, che si percepisce derivare da un’esperienza musicale abbastanza complessa, quasi fosse una raccolta per i 10 anni di carriera.
I testi sono variegati e ripercorrono lo spettro delle emozioni umane. La speranza, la noia, la solitudine. E naturalmente l’introversione.
Predominano i pezzi con maggiore carattere rock, non mancano le ballate e qualche piacevole incursione di effetti sonori, distorsioni vocali e strumenti atipici come la celesta e il mandolino.
Questa è la tracklist:

1) Primo attore
2) Da solo
3) Tutto diverso
4) Sospiri
5) Noia
6) L’America
7) Nuvola Rotta
8) Speranza
9) Viaggiare e poi

Disponibile nei negozi e su iTunes.
Un’acquisto consigliato per chi crede che la musica emergente sia la musica del futuro.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1568 PERSONE

I commenti sono chiusi.