IPAD AIR (TABLET APPLE, 2013) RECENSIONE

Clicca qui MI PIACE su Facebook e qui un SEGUIMI su TWITTER per Recensioniamo.
Te ne siamo grati. Davvero.

VOTO 8,5 – Chi  all’inizio del 2013 dava la grande Apple per spacciata, e ormai avviata ad un lento ed inesorabile declino, si è

dovuto ricredere. Dopo un semestre di silenzio, l’azienda di Cupertino chiude l’anno con il botto, lanciando sul mercato (per

certi versi inaspettatamente) un tablet che segna una svolta decisiva nel settore. Vediamo perché.

Il nuovo iPad assume il suffisso ‘Air’, sigla molto utilizzata da Apple per i suoi computer portatili, dove Air è sinonimo di leggerezza e sottigliezza. Infatti questo prodotto rivela un design davvero unico, dove le dimensioni si sono ridotte ormai all’inverosimile. Oltre ad una solida scocca in alluminio, disponibile nella versione argento e grigio siderale.
iPad Air ha un volume inferiore del 25% rispetto alla generazione precedente, è il 20% più sottile e addirittura il 28% più leggero. Tutto ciò non ha comunque minimamente inficiato le prestazioni che casomai sono state riviste al rialzo.
A cominciare dal gioiello, il processore Apple A7, il medesimo dell’iPhone 5S. Capace con i suoi 64 bit di raddoppiare le prestazioni. Per non parlare del processore di supporto M7, un’interessante soluzione di Apple volta a memorizzare i dati di movimento del dispositivo, e a renderli disponibili per spettacolari applicazioni sportive in fase di studio.
Totale integrazione con iOS7, il sistema operativo Apple del futuro concepito da Jonathan Ive.
Rimane ovviamente il display Retina, con la sua spettacolare risoluzione 2048 x 1536  e una qualità di immagine senza pari.
Velocizzata la connettività Wireless e migliorata quella LTE.

Apple-iPad-Air-Image-2

Nessun impatto negativo delle dimensioni sull’autonomia, che rimane pari a ben 10 ore.
Migliorate le prestazioni delle fotocamere, da 5 e 1.2 Megapixel.
Connettività wireless AirPlay, AirDrop e AirPrint integrate.
Gradevoli notizie anche sul fronte dei prezzi. Per avere un iPad Air dovrete sborsare 479 euro, per la versione meno evoluta solo WiFi con memoria da 16 GB. Una cifra di ingresso ragionevole, che Apple mantiene semi-invariata ormai da un triennio.
Per arrivare agli 869 euro per la mostruosa versione Wifi + Cellular a 128 GB, una variante che si mette in diretta concorrenza con l’agonizzante settore dei laptop.
iPad Air guadagna nuovamente terreno sulla concorrenza, che nonostante i buoni propositi non può far altro che spostare la battaglia sul campo dei prezzi, spesso a discapito della qualità.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1597 PERSONE

I commenti sono chiusi.