IRADIO (SERVIZIO STREAMING RADIO APPLE, 2013) ANTICIPAZIONI

Clicca un MI PIACE su Facebook e un SEGUI su Twitter per Recensioniamo.

Che Apple stia giocando d’attacco per l’anno 2013 ce ne siamo accorti già da tempo.

La lista dei nuovi prodotti in uscita si sta allungando di giorno in giorno, e siamo certi che ancora una volta l’azienda della mela saprà farci rimanere a bocca aperta. Il fatto è che la dirigenza Apple sta puntando ad espandersi in molti altri settori, con l’obbiettivo di riscrivere secondo la sua personale visione intere fasce di mercato.
Il prossimo campo da invadere per Cupertino è il mondo della radio.
Le radio da sempre sono il primo strumento capace di trainare l’industria discografica, di proporre nuove artisti, di determinare gusti e tendenze del pubblico degli ascoltatori.

Questa cosa la hanno già capita da tempo i promotori del progetto Pandora che sta letteralmente spopolando negli Stati Uniti. Il servizio permette la fruizione e lo streaming di brani gratuiti tramite Internet. Caratteristica peculiare è quella di poter creare radio personali attraverso l’inserimento di un artista o un brano preferito.
Anche Spotify sta facendo qualcosa di simile.
Ma come al solito Apple la pensa in grande e c’è da credere che a breve venga lanciao in pompa magna il servizio iRadio, per lo streaming di brani musicali e l’ascolto di radio che per il momento non si sa come potrà essere strutturato.
Quello che sappiamo è che Tim Cook sta trattando personalmente con le major del mondo della musica per negoziare accordi proficui relativi alle royalties per la trasmissione di brani su un’apposita piattaforma Radio Apple.
Molti di questi accordi sono stati già chiusi, soltanto alcuni soggetti stanno opponendo una certa resistenza.
Ma c’è da credere che alla fine l’accordo completo verrà raggiunto.
Per dar modo di lanciare iRadio entro la fine del 2013, con grande soddisfazione degli appassionati.
Ancora una volta, con la stessa filosofia con cui Jobs creò praticamente da zero il mercato della musica digitale, Apple ritorna sul campo di battaglia che gli ha dato maggiori soddisfazioni.
E probabilmente le cose non saranno più come prima.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 762 PERSONE

I commenti sono chiusi.