LA GRANDE BELLEZZA (FILM, 2013) RECENSIONE

Clicca qui MI PIACE su Facebook e qui un SEGUIMI su TWITTER per Recensioniamo.
Te ne siamo grati. Davvero.

Votazione 75%

Proprio in questi giorni il film di Sorrentino vince con La Grande Bellezza il Premio di Miglior Film straniero ai BAFTA, gli Oscar Inglesi.
Premio che si va ad aggiungere al Golden Globe e naturalmente alla candidatura all’Oscar come miglior film straniero, che forse fra qualche mese si trasformerà nel vero e proprio Academy Awards.
Insomma un film che non ha bisogno di ulteriore investiture per dimostrarne il valore.
La grande bellezza é un film che ci piace definire dal sapore felliniano, come non se ne realizzavano ormai da decenni nel nostro paese.
Una sorta di ‘Dolce Vita’ al contrario, dove all’opulenza degli anni ’60 si sostituiscono le difficoltà della crisi economica odierna.
Il protagonista é Gep Gambardella (meravigliosamente interpretato dal grandissimo Tony Servillo), intellettuale napoletano trapiantato a Roma che da un quarantennio vive al centro della mondanità della Capitale.
Nel corso del film affronta un viaggio che smaschera l’Italia moderna, decadente e grottesca, caratterizzata da personaggi che annaspano nel loro snobismo e nella loro vacuità. Una pellicola amara ma tremendamente attuale.
Sorrentino utilizza la macchina da presa come un pennello e la scena come una tela. Dipinge un concerto di suoni, immagini, colori, inquadrature, dialoghi senza preoccuparsi davvero di dare una veste masticabile al prodotto finito.
E’ questo forse l’unico limite de La Grande Bellezza.

La_grande_bellezza
Un film da cineasti, da spettatori dal palato fino che cercano nella proiezione uno spunto di riflessione, non tanto l’intrattenimento.
Tant’é che gli incassi languono, solo 7 milioni di euro, destinati magari a crescere grazie alla distribuzione internazionale.
Siamo comunque di fronte al miglior Sorrentino, ispirato e magnetico.
E di certo incrociamo le dita per il ritorno dell’Oscar in Italia dopo ‘La vita é bella’.
O almeno, questa, é la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1286 PERSONE

I commenti sono chiusi.