LOST MEMORIES, RICORDI PERDUTI – SERGIO SERRA (LIBRO) RECENSIONE

Immaginate che d’improvviso la vostra mente si inceppi. Che alcuni dei vostri ricordi di vita più importanti, alcune delle vostre esperienze più significative, d’improvviso vadano smarrite.
Voi siete consapevoli della loro assenza, ma ogni tentativo di recuperarli risulta vano.
Quanto condizionerebbe la vostra vita tutto questo? Chi siete veramente? Siete davvero padroni della vostra esistenza o state soltanto cavalcando un’illusione?
Su questo concetto si snoda la trama di ‘Lost Memories – Ricordi Peduti’ romanzo d’esordio del giovane scrittore Sergio Serra, purosangue della scuderia di giovani promesse della lungimirante casa editrice ‘Lettere Animate’.
Il libro è ambientato nella New York di un futuro non molto distante, un tempo in cui lentamente ma inesorabilmente i rapporti umani vanno sgretolandosi.
Michael (il protagonista) è il giovane e talentuoso fondatore di un’azienda tecnologica di successo, che gestisce con il supporto dell’amico/collega Andrew.

Ma quella  che sembra una vita serena ed appagante, smette bruscamente di essere tale.
Il debutto dei problemi è un inspiegabile salto temporale. Seguito da violente crisi di emicrania e difficoltà di discernere la realtà dal sogno.
Michael, spossato e impaurito decide di cercare aiuto in uno psicologo di fama e nelle sue sedute di gruppo, durante le quali conosce la fascinosa Anna.
Sta forse impazzendo? Esiste un rimedio per questa sua afflizione? Dove sono i ricordi che ha la sensazione di andare perdendo per strada? Chi è in realtà la misteriosa Adrianna?
A queste e molte altre domande troverete risposta fra le pagine di ‘Lost Memories – Ricordi Perduti’.

Un libro schietto, scritto con intensità, dal quale trapela un grande fermento creativo dell’autore che riempie ogni capitolo di azione e dettagliate descrizioni.
Anche se a tratti questo fermento perde un pò la direzione.
Serra  commette qualche trascurabile errore di inesperienza che lo porta a prediligere un’azione serrata dove gli eventi si susseguono forse troppo freneticamente.
Considerazioni comunque trascurabili per un romanzo che in ogni caso mantiene la sua dignità e sa creare una tensione interessante, che ci spinge a correre nella lettura verso il misterioso ed inaspettato finale.
Consigliamo ‘Lost Memories – Ricordi Perduti’ agli amanti del thriller psicologico, un genere che non deve per forza appartenere soltanto alla realtà americana.
Perchè anche un ragazzo italiano con il pallino della scrittura può dire la sua e certamente  trovare lo spazio che merita.
O almeno, questa è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 192 PERSONE

Lascia un commento

*