MASTERCHEF ITALIA 5 (PROGRAMMA TV, 2016) RECENSIONE

VOTAZIONE 70%

Un paio di serie fa abbiamo assistito alla tanto attesa finale della quinta stagione di Masterchef, il programma italiano sulla cucina amatoriale che spopola da ormai un lustro. Ha vinto Erica, la fisioterapista emiliana ragazza-madre.
E anche quest’anno abbiamo assistito ad un’ottimo spettacolo televisivo.
Rinnovata lievemente la formula.
Ai tre giudici storici (Cracco, Bastianich e Barbieri) si è aggiunto il simpaticissimo Antonino Cannavacciuolo.
La classe degli aspiranti Chef era variegata e perfettamente assortita. La sindacalista Lucia, l’arabo-libanese Maradona, il macellaio Lorenzo, la disoccupata determinata Alida. Ma soprattutto ancora la cucina è stata protagonista.

masterchef-italia-5-2015-giudici-anticipazioni

I concorrenti hanno gareggiato con prove sempre più originali, e hanno omaggiato luoghi meravigliosi della nostra penisola nelle competizioni in esterna.
Per non parlare del successo di pubblico e degli ascolti che quest’anno hanno costantemente superato il milione di spettatori in quasi tutte le puntate, con picchi di 1.600.000 nella finale.
Insomma una formula semi-perfetta.
Eppure tutta questa perfezione comincia lievemente a scricchiolare.
Dopo 5 anni, Masterchef, vincolato al suo formato è troppo uguale a se stesso.
Anche il vincitore di quest’anno appare troppo politicamente corretto.
E la sensazione è che Masterchef abbi toccato le sue vette più alte e senza una sterzata decisa, potrebbe presto iniziare il suo declino.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 417 PERSONE

I commenti sono chiusi.