MOTOGP 13 (VIDEOGAME MOTOCICLISTICO, 2013) RECENSIONE

Clicca qui MI PIACE su Facebook e qui un SEGUIMI su TWITTER per Recensioniamo.
Te ne siamo grati. Davvero.

VOTO 7,5 – Non tutti sanno che una software house italiana, la Milestone, è una delle più importanti realtà mondiali

nel settore dei videogiochi di motori.

Questa intraprendente azienda italiana ha già immesso sul mercato fortunati titoli di Rally e Superbike.
Oggi si cimenta in una delle sfide più interessanti del settore, ovvero proporre una simulazione realistica del mondo della MotoGp. Una sfida difficile da vincere.

Perchè il mondo del motociclismo e quello dei videogiochi non sono mai andati molto d’accordo.
La particolare tecnica di guida dei bolidi a due ruote è stata replicata sempre con grandi difficoltà, e i controller di gioco non hanno mai agevolato questo tipo di esperienza.
Oggi l’evoluzione tecnologica ha permesso di superare queste difficoltà. E MotoGp 13 rappresenta il risultato tangibile di questa evoluzione.
Questo gioco gode di tutte le licenze ufficiali, per cui potrete gareggiare spalla a spalla con Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Esistono varie modalità di gioco.
La gara veloce, per scendere subio in pista. Il week end di gara, per godere delle emozione delle qualificazioni.
Infine la modalità carriera. Questa è forse l’opzione più ghiotta, che vi permetterà di entrare nel circus motociclistico dalla categoria più bassa, per poi ottenere ingaggi in team più blasonati in ragione dei risultati da voi ottenuti.
Sembra però il gameplay il vero punto di forza di MotoGp 13. Per dirla in parole semplici, si ha davvero la sensazione di essere alla guida di una moto. Con tanto di staccate al limite, accelerazioni brucianti, duelli mozzafiato.
Da tenere sotto controllo le condizioni delle gomme e quelle del fondo stradale.
Disattivando gli aiuti alla guida, poi, potremo far diventare il tutto ancora più realistico.
Apprezzabile la differente impostazione di guida delle varie categorie.
Il gioco ha una bella grafica, forse non stupisce in questo senso, ma comunque la cura dei particolari è abbastanza elevata. Nel complesso un gran bel titolo.
La chicca finale è la voce del commentatore tv Guido Meda inserita all’interno delle varie fasi di gioco.
Disponibile per tutte le console di gioco e per Pc.
Da avere per gli appassionati e non.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1395 PERSONE

I commenti sono chiusi.