NOKIA LUMIA 1520 (PHABLET, 2013) RECENSIONE

Clicca qui MI PIACE su Facebook e qui un SEGUIMI su TWITTER per Recensioniamo.
Te ne siamo grati. Davvero.

Votazione 75%

Il percorso é ormai segnato. I dispositivi a 2-3 pollici si chiamano Smartwatch. Quelli fra i 4 e i 5 sono smartphone. Fra i 7 e i 10 si parla di tablet. Oltre i 13 siamo in presenza dei laptop e dei desktop computer.
Ma nonostante tutto appaia delineato, una nuova categoria si affaccia sul mercato. Quella dei 6” a metà fra telefono e tablet, che di conseguenza viene denominata semplicemente ‘phablet’.

Samsung con il suo Note 3 é capostipite, ma sono ormai in molti a credere nelle potenzialità di questa nicchia di mercato.
L’ultima é Nokia che, dopo la recente acquisizione da parte di Microsoft, nello scorso dicembre ha lanciato l’ambizioso Lumia 1520, primo prodotto ‘quai tablet’ di origine finnica.
Questo Lumia altri non é che un classico Lumia ‘allargato’ fino ad una grandezza del display di 6”. Immutati, almeno in apparenza,il design, il materiale costruttivo e la tastieristica. Un peso rilevante di ben 200 grammi.
La risoluzione é la massima possibile, ovviamente Full HD.
Le dotazioni hardware sono di prim’ordine: Processore Quad Core, 2 GB Di RAM, 32 GB di memoria interna espandibile.
Eccelso il comparto fotografico con un dispositivo posteriore da 20 Megapixels e uno anteriore standard da 1,2.
Ottima integrazione con Windows Phone 8 e con le applicazioni dell’universo Microsoft, sempre più in espansione.
Performante in navigazione ottimali, touch screen semi-perfetto.
Un prodotto che é stato lanciato sul mercato ad una cifra prossima ai 700 euro che punta decisamente a soddisfare la richiesta degli utenti che vogliono un dispositivo telefonico senza rinunciare alla grandezza e alla qualità dell’immagine.
Un concorrente ostico per Samsung.
E un altro obbiettivo centrato per Nokia, o per Microsoft che dir si voglia.
O almeno, questa, é la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1023 PERSONE

I commenti sono chiusi.