SONY SMARTWATCH 2 SW 2 (SMARTWATCH, 2013) RECENSIONE

Clicca qui MI PIACE su Facebook e qui un SEGUIMI su TWITTER per Recensioniamo.
Te ne siamo grati. Davvero.

VOTO 7 – Gli inossidabili stanno per invadere il mondo. Gli smartwatch, gli orologi di nuova generazione,

stanno per diventare il l’oggetto di culto degli appassionati di tecnologia.

Ma malgrado i grandi annunci, fra le aziende più blasonate solo la Sony ha già disponibile sul mercato questo oggetto. Tuttavia, nessuno si aspettava che il colosso nipponico addirittura rilanciasse.

Perché in autunno sarà disponibile sul mercato Sony Smartwatch 2 (rinominato SW 2 per praticità).
Il sito ufficiale propone già alcune immagini, un video e alcune specifiche tecniche dell’orologio.
Sul design ovviamente non sono state operate rivoluzione rispetto alla prima versione.
Un quadrato dagli angoli smussati, con il tasto di accensione sul lato identico a quello di Sony Xperia Z. Impiego di materiali di qualità. Plastica lucidata e alluminio. Cinturino in metallo, resistente all’usura.
Bel display touch transriflessivo, risoluzione 220 x 176 da 1.6 pollici.
Per ciò che riguarda l’utilizzo, il Sony SW 2 ha innanzitutto la possibilità di interfacciarsi via Bluetooth con qualsiasi terminale Android, dalla versione 4.0 in poi. Un bel passo avanti rispetto al primo modello che funzionava solo con Xperia.
Integrato il protocollo NFC, per connettere velocemente l’orologio a smartphone e tablet.
Le applicazioni preinstallate sono molteplici, e riguardano il mondo Google e i principali social network.
Con questo dispositivo si possono gestire le telefonate, le email, ascoltare musica. Ma anche rilevare e registrare i propri dati di allenamento.
Ovviamente Sony Smartwatch 2 è e rimane soprattutto un orologio, con numerosi temi disponibili (per adattarlo ad ogni occasione), ma anche una bussola, un cronometro e un timer.
Il prodotto non è resistente all’acqua, ma certamente impermeabile agli sgocciolii. La durata della batteria è di 4/5 giorni con un utilizzo moderato del dispositivo.
Circa il prezzo, possiamo aspettarci un lieve rincaro rispetto alla precedente versione, il che lo attesterebbe fra i 150 e i 200 euro.
Sony gioca d’anticipo. E cala un asso.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 2049 PERSONE

I commenti sono chiusi.