VIRGIN RADIO ITALIA (RADIO) RECENSIONE

VALUTAZIONE 8

La radio, per quanto sia il mass-media tecnologico più antico, non dimostra segni di vecchiaia ed è lecito aspettarsi che ci accompagnerà per i secoli a venire.
In Italia a tutt’oggi è un mezzo molto seguito, in particolare nei viaggi in macchina, specialmente negli spostamenti da casa al lavoro.
Sono molte le stazioni di qualità nel nostro paese, anche a livello locale, ma da qualche hanno un prestigioso marchio a iniziato a trasmettere sul nostro territorio.
Parliamo di Virgin Radio, marchio concesso direttamente dal suo creatore Richard Branson. Ma, per i pochi che ancora non lo sapessero, cos’è Virgin Radio? Ve lo diciamo subito.
Un nuovo modo di fare radio. Partendo da un concetto molto chiaro, la musica prima di tutto, con una particolare predilezione per il rock.
Basta con i programmi parlati e con i dischi di musica commerciale ripetuti all’infinito per mere questioni economiche.

Virgin Radio Italia ci racconta della musica che fu, della musica che è, e della muscia che sarà. Con un occhio di riguarso alla grande storia del rock and roll.
La forza del network è rappresentata oltre che dalla qualità della musica proposta, anche dai programmi proposti.
Si inizia al mattino con il deejay Marco Biondi, in ‘Buongiorno Doctor Feelgood’, programma contenitore di 2 ore che ci accompagna con del buon rock.
‘Revolver’ è invece dominio incontrastato dell’esperto Ringo, che ripercorre un po di storia della musica. Passando per l’ottimo ‘Virgin Generation’, che ci propone la nuova generazione del rock.
Sono gustosissimi anche le micro-trasmissioni Rock in Traslation (traduzioni dei grandi testi), Music History (brani che arrivano da un glorioso passato), Virgin rock live (un grande brano di un grande concerto), Rock Bazar (che racconta leggendari episodi del rock) e le strampalate indagini dell’agente Malone alle prese con i loschi personaggi della storia di qeusto grande genere musicale.
Come se non bastasse Virgin oggi è anche una tv, visibile sul digitale terrestre e sul satellite. Un palinsestro pieno di videoclip, concerti, programmi radiofonici proposti in versione televisiva.
Che dire, tanta carne al fuoco ma anche tanta tanta qualità.
Trovate la frequenza della vostra zona e memorizzatela nell’autoradio. Altrimenti fate un passo sul sito internet. Non rimarrete delusi.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 2608 PERSONE

Un commento su “VIRGIN RADIO ITALIA (RADIO) RECENSIONE