APPLE WATCH (SMARTWATCH, 2015) RECENSIONE

Clicca qui MI PIACE su Facebook e qui un SEGUIMI su TWITTER per Recensioniamo.
Te ne siamo grati. Davvero.

VOTAZIONE 72%

Era uno dei dispositivi tecnologici più attesi degli ultimi tempi. Nonostante l’orologio digitale fosse già una realtà assodata per Samsung, Sony, Lg ed altri produttori di punta, lo smartwatch Apple generava un’enorme aspettativa sul mercato. Nel recente Keynote il patron Tim Cook lo ha finalmente svelato nella classica sezione ‘there’s one more thing’ di fine evento.

Come al solito evitiamo i dettagli tecnici, e proviamo a comprendere più che altro le potenzialità del prodotto.
Che sono discretamente buone.
Un’aspetto esteriore un po vintage che comunque racchiude un anima tecnologica. Uno schermo touch ultra resistente coaudiovato da una corona digitale. Sensori corporei ad alta precisione sulla cassa dell’orologio.
Una versione di iOS 8 rivista e corretta sulle necessità dell’orologio, pronto ad accogliere le migliaia di applicazioni che gli sviluppatori hanno già in serbo. E tutta una serie di funzioni legate alla connessione del dispositivo con l’iPhone di proprietà dell’utente.
Insomma un prodotto che unisce qualità dei materiale, uno stile impareggiabile, alta tecnologia di controllo dei parametri vitali, oltre a tutte le altre funzionalità tipiche di un prodotto Apple. E fin qui tutto bene.
Resta qualche dubbio circa la reale fruibilità di Apple Watch.

apple_watch_iwatch_2

Essendo un ‘organismo’ non indipendente, verrà ovviamente indirizzato verso i soli possessori di un iPhone (dalla 4a versione in poi). Questo limita molto il bacino d’utenza, e di certo non convincerà mai l’utente Android e Windows all’acquisto del bundle telefono + orologio.
Molti dubbi permangono circa l’autonomia del prodotto, accreditata secondo i più di sole 24 ore di funzionamento. Ottima idea quella della ricarica wireless ma per il momento non risolutiva. In ultimo il prezzo che davvero potrebbe ulteriormente spaventare la clientela. 300 euro probabilmente, e anche qualcosina in più.
Ceramente la strategia di Apple appare diversa.
La convinzione è che i ‘maghi’ di Cupertino puntino a riconquistare l’acquisto di vecchi clienti, che da 2 o 3 anni sono fermi ai vecchi modelli di iPhone, e non si sentono pronti a sostituire il loro telefono, ma forse vedrebbero di buon occhio l’idea di arricchirlo con un orologio smart.
Chi avrà ragione lo dirà soltanto il tempo.
Attendiamo quindi i primi mesi del 2015, momento della messa in commercio di Apple Watch.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

 

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1148 PERSONE

Precedente IPHONE 6 e IPHONE 6 PLUS (SMARTPHONE, 2014) RECENSIONE Successivo TARTARUGHE NINJA (FILM, 2014) RECENSIONE