DEEZER (SERVIZIO MUSICA STREAMING, 2013) RECENSIONE

Clicca un MI PIACE su Facebook e un SEGUI su Twitter per Recensioniamo.

VOTO 7,5

Spotify
ha aperto la strada allo streaming musicale gratuito. Ora è la volta di Deezer, progetto di origine francese che propone la sua interessante offerta anche in Italia.
L’idea di finanziare con la pubblicità l’ascolto di brani musicali è la via corretta per proporre all’utente finale una soluzione vantaggiosa e per contrastare in maniera definitiva il download illegale.
Deezer è multipiattaforma, accessibile da PC, tablet, smartphone, ecc. Sono pertanto disponibili le versioni per iOS, Android, Windows Phone e Blackberry.  Accedendo al servizio da un dispositivo mobile, avrete subito in regalo 15 giorni di ascolto gratuito in promozione per prendere confidenza con il software e la sua interfaccia.

Deezer ha un aspetto minimale e perfettamente funzionale.
Un menu raccolto in un’unica pagina dal quale è possibile accedere a tutti i servizi.
Deezer alla voce news offre una playlist che raccoglie i brani più ascoltati dagli utenti, suddivisi per genere.
Sono anche disponibili una grande quantità di radio suddivise per genere, che vi risparmiano la fatica di ricercare i brani di vostro interesse.
E poi c’è ovviamente la funzione di ricerca, dalla quale potrete trovare LP o singoli di vostro interesse attingendo ad un catalogo di milioni di tracce di ogni genere e tipo.
Terminato il periodo di prova Deezer vi consente di proseguire l’ascolto, a determinate condizioni.
Se per voi la gratuità è irrinunciabile, sarà sufficiente usufruire del pacchetto Discovery che per mezzo di messaggi pubblicitari vi permetterà di continuare a utilizzare Deezer, anche se solo in modalità PC (e con un limite di 2 ore mensili).
Versando 4,99 euro al mese, invece, potrete migliorare la qualità di ascolto delle canzoni ed eliminare la pubblicità.
Con 9,99 euro vi sarà possibile invece accedere alla versione completa con ascolto multipiattaforma (anche la TV) senza pubblicità e senza limiti.La guerra dello streaming musicale è iniziata, e i protagonisti di questa guerra sono già molti. Deezer, Spotify, Cubomusica, Google Music. E probabilmente presto anche un servizio ad hoc fornito da Apple.
Riteniamo che questo nuovo tipo di offerta abbia una prospettiva di sviluppo enorme.
Svincolare la fruizione della musica dall’acquisto fisico di un compact disc è un’idea rivoluzionaria.
Con buona pace delle major e degli artisti, che potranno accedere a nuove forme di guadagno senza essere più minacciati dalla rivoluzione della musica digitale.
Per quanto riguarda Deezer, promosso a pieni voti.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 6952 PERSONE

Precedente CERCASI AMORE PER LA FINE DEL MONDO (FILM, 2013) RECENSIONE Successivo L'ALBUM BIANGO - ELIO E LE STORIE TESE (ALBUM MUSICALE, 2013) RECENSIONE

One thought on “DEEZER (SERVIZIO MUSICA STREAMING, 2013) RECENSIONE

  1. Fabrizio Oppo il said:

    L’idea di Deezer è davvero rivoluzionaria. Spero che abbia davanti a sé un futuro di successi. Devo però segnalare che la sonorità di brani musicali è in genere deludente. Mi è capitato, dopo avere ascoltato un album su Deezer e dopo aver apprezzato l’esecuzione, di ordinare l’album su iTunes, aumentando certo la mia spesa, ma ottenendo un’esperienza sonora della stessa musica che non può essere confrontata con Deezer. Non so se questo accada per tutti i generi musicali. Io ascolto musica classica e da camera, e ricerco suoni sostenuti, definiti, chiari e ricchi di armonici. Il suono di Deezer, purtroppo, è molto ovattato e lontano.

I commenti sono chiusi.