I SIGNORI DEL FUTURO (TRASMISSIONE TV, HISTORY CHANNEL) RECENSIONE

VOTO 7,5

Come hanno fatto Bill Gates e Steve Jobs a diventare i re della tecnologia moderna? Come ha avuto l’idea di Facebook Mark
[banner type=”images” align=”aligncenter”]
Zuckerberg
? Chi c’è dietro il successo del marchio Nike? Cosa c’è
[banner size=”300X250″ type=”images” align=”aligncenter”]
dietro la fortuna di Richard Branson e di Kamprad, magnate di IKEA?
A queste e molte altre risposte risponderà la nuovissima serie di History Channel, dal titolo ‘I Signori del futuro’.
Questo bel progetto dedica ad ogni personaggio un episodio, e ne riesplora la vicenda di vita e gli eventi che hanno portato quel determinato personaggio al successo e alla celebrità, e soprattutto a lasciare un’impronta significativa sul mondo moderno.
Commovente la prima puntata, dedicata quasi ad acclamazione al compianto Steve Jobs.
Un ritratto che punta a raccontare le storie di vita rivissute come in un film.
Possiamo così assistere all’incredibile vicenda della Apple, nata in un garage e arrivata a conquistare il mondo con la sua altissima tecnologia. Riviviamo il genio di Gates, e la sua capacità di concepire il sistema operativo perfetto e di farlo installare su ogni singolo computer del pianeta.
Ripercorriamo la vertiginosa ascesa di uno studente universitario che con intraprendenza e grandi capacità tecniche inventò il sito Internet più apprezzato del mondo e si ritrovò ricco sfondato.
Potremo capire come la Nike sia diventata il marchio di articoli sportivi più importante del mondo, soprattutto grazie all’intraprendenza di un uomo che mischiava novità ed anticonformismo.
E di Richard Branson che diciamo? Una personalità unica capace di lanciarsi in avventure impossibili nel mondo della musica, del traffico aereo e in ultimo del turismo spaziale.
Per non parlare del genio svedese che ideò la concezione del mobile a basso costo e conquistò il mondo con la sua filosofia.
Siamo quindi di fronte a una bella trasmissione, ricca di spunti, veloce nel montaggio, assolutamente godibile.
Una bella occasione per conoscere le menti che hanno fatto fare al mondo un passo avanti.
Da vedere.
O almeno, questa, è la nostra opinione.[banner type=”images” align=”aligncenter”]

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 2884 PERSONE

Precedente LINCOLN (FILM, 2013) RECENSIONE Successivo THE WALKING DEAD (TERZA STAGIONE, SECONDA PARTE, SERIE TV SKY) RECENSIONE