QUIZCROSS (APPLICAZIONE GIOCO, 2013) RECENSIONE

Clicca qui MI PIACE su Facebook e qui un SEGUIMI su TWITTER per Recensioniamo.
Te ne siamo grati. Davvero.

VOTO 7 – Forse la conoscete già tutti e farne una recensione potrebbe essere pressochè inutile. Perchè

‘Quizcross’, il giochino per smartphone di recente sta calamitando l’attenzione di migliaia di giocatori incalliti

che si consumano le dita sui touch screen del proprio telefono.
Finita la Ruzzle-mania, l’attenzione su questo titolo è andata via via aumentando. Di cosa si tratta precisamente?

Prendete il gioco del tris. Lo trovate noioso? Certo, perchè se nessuno sbaglia le mosse si finisce sempre per pareggiare. Ben diversa la situazione se si mischia il tris ad un quiz a risposta multipla, dove a contare è più che altro la cultura generale.
Ogni sfida coinvolge due giocatori. Il primo inizia a fare la sua mossa e su questo tracciato tipo ‘tris’ seleziona la casella relativa all’argomento di suo gradimento. A quel punto partono tre domande a tempo, ognuna delle quali prevede di selezionare 1 fra le 4 risposte possibili.
Se si indovinano tutte e tre le domande si conquista la casella. Sbagliandone solo una si da la possibilità all’avversario di sottrarla, a patto che risponda correttamente ad un numero superiore di quesiti.
Con questo criterio si procede nel gioco dove vince chi per primo fa ‘tris’.
Un’applicazione semplice ma divertente.
Come in Ruzzle esiste la possibilità di sfidare sia gli amici di Facebook che quelli di Twitter, oppure cimentarsi con un rivale a caso selezionato automaticamente dal sistema.
‘Quizzcross’ ha fra le altre cose il pregio di essere gratuito, a patto di sorbirsi qualche banner pubblicitario nel corso delle partite. La versione a pagamento, invece, oltre a rimuovere gli annunci consente l’accesso alle statistiche e la divertente funziona per la creazione di nuove domande.
Per quanto i pregi siano molti, l’eccessiva lunghezza dei turni di gioco può stufare alla lunga.
Riteniamo comunque che ‘Quizzcross’ complessivamente meriti un bel 7.
Difficile sapere se resisterà nel tempo o entro qualche mese ce ne saremo tutti definitivamente dimenticati.
O almeno, questa, è la nostra opinione.

HANNO LETTO QUESTO ARTICOLO 1171 PERSONE

Precedente THE LONE RANGER (FILM, 2013) RECENSIONE Successivo REALITY (FILM, 2013) LA RECENSIONE